Storia Honda Marine

Soichiro Honda, fondatore e primo presidente, aveva le idee ben chiare, ridurre l’inquinamento e l’impatto ambientale causato dai motori a 2 tempi, proponendo un’innovazione tecnologica che fosse più affidabile nonostante andasse controcorrente rispetto al mercato.

In acqua si coltiva il riso, i pesci vivono in acqua: non voglio inquinarla… non mi porta se tutti gli altri producono motori a due tempi; Honda deve farli a quattro tempi”.

Soichiro Honda



Viene presentato il primo motore nel 1964, il GB30 da 4 HP, il primo motore marino del mondo a quattro tempi.

Pochi anni dopo, tre per l’esattezza, la casa Giapponese mette in commercio il suo secondo motore marino, il GB25 con 59 cc di cilindrata e 2.5 HP.

Nel 1971 nascono due nuovi modelli con cilindrate più alte rispetto ai precedenti, stiamo parlando del B45 di 126 cc con 4.5 HP e del B75 di 149 cc con 7.5 HP

L’innovazione richiede tempo, come diceva Soichiro Honda “Il successo è fatto di un 99% di insuccessi” e dopo una massiccia prova in laboratorio e tanti anni di ricerca, Honda dal 1987 al 1993 realizza addirittura 6 motori, iniziando ad utilizzare la codifica ancora presente.

BF8 di 197cc con 8 HP – BF9.9 e BF15 di 280 cc con rispettivamente 9.9 e 15 HP – BF25 di 499 cc con 25 HP – BF35 e BF45 di 808 cc con 35 e 45 HP.

Il 1997 e il 1998 si caratterizzano per due grandi traguardi, prima diventando il primo produttore di fuoribordo a quattro tempi a raggiungere una produzione totale di 500.000 unità e successivamente realizzando il primo motore fuoribordo a 4 tempi con oltre 100 HP grazie ai suoi due BF115 e BF130 (superando i due recentissimi BF75 e BF90).

Nel 2001 l’azienda con sede in Giappone crea il BF200 e il BF225, motori raffreddati ad acqua di 3471 cc con 200 e 225 HP, implementando la tecnologia VTEC (che ha origine nel 1984 nel settore corse di Honda) e la Dual Stage Induction (aspirazione a doppio stadio).

Non tarda ad arrivare anche la gamma medio-alta, che dal 2003 al 2005 viene fornita di ben 5 motori, BF135 e BF150 di 2354 cc con tecnologia VTEC e Dual Stage Induction, raffreddamento a tre vie e controllo della miscela magra;

BF175 / BF200 / BF225 motori V6 con profilo stretto di 60° da 3500 cc;
Questi ultimi due riprogettati rispetto alla versione del 2001 con un avanzato Modulo Elettronico di Comando (ECM) e con sistemi di controllo e sensori che riducono ulteriormente i consumi di carburante del 5%

Nel 2007 viene inserita la tecnologia VTEC, BLAST ed ECOmo nei due motori di fascia media BF75 e BF90.

Nel 2008 la tecnologia BLAST e PGM-FI (Iniezione Elettronica Programmata) viene usata anche per il BF40 e il BF50 arrivando così ad ottenere il 22% di efficienza energetica in più

Nel 2009 si presentano gli attesissimi BF60, finalmente conformi NMEA2000 e con modifiche al piede motore Power Thrust BFP60 che garantisce prestazioni ottimizzate su scafi più pesanti.

Nel 2010 vengono perfezionati i BF135 / BF150 / BF175 / BF200 / BF225 con l’aggiunta di BLAST, ECOmo per maggiore coppia, avere una maggiore efficienza energetica e conformità alle norme NMEA2000.
Nello stesso anno viene rifatto a nuovo il BF115 anch’esso con BLAST ed ECOmo.

Nel 2011, Honda Marine, presenta il nuovissimo BF250, il più potente della gamma con nuovo sistema di aspirazione aria Power Intake evitando l’aumento della temperatura dell’aria associata ad alcuni sistemi convenzionali di aspirazione.

×

Ciao!

Come possiamo aiutarti?

×